×
menuclose
Chiesa del Santissimo Crocifisso- Terre Roveresche
Tipologia
Cultura
Località
Pesaro

A poca distanza dal borgo di San Giorgio, su una lieve collina si erge la chiesa del SS. Crocifisso affacciata sulla vallata circostante.

Di questa chiesa si hanno notizie dal 1467, quando era chiamata Chiesa di Santa Maria in Castagneto e vi era annesso il convento dei Padri Carmelitani, che vi risiedettero fino al 1652, data della soppressione della comunità. Passata al clero secolare, venne in parte abbattuta dal 1772 e demolita nel 1813. Non tutto andò perduto: sedici anni più tardi, nel 1829, in seguito ad un violento temporale crollò un muro di tamponamento della casa colonica costruita sui resti della chiesa e del convento, determinando la scoperta di un sottostante affresco raffigurante il Crocifisso tra la Vergine e San Giovanni Battista, datato alla fine del XVI secolo.

Il dipinto fu ritenuto miracoloso e per questa ragione si volle riedificare la chiesa intitolata al Crocifisso, secondo il disegno del fanese Cesare Selvelli.

L'edificio ha un esterno disadorno costituito da un semplice paramento murario a laterizi arricchito dalle cornici del sottotetto e del timpano di coronamento della facciata. L'interno presenta linee classiche con pareti ritmate da paraste e decorazioni in stucco di gusto settecentesco. Il "miracoloso" dipinto nella Crocifissione è conservato entro nicchia dietro l'altare; nell'originaria posizione doveva trovarsi su un lato dell'arcone di accesso (attualmente murato) al coro. Quest'ultimo ambiente e l'antica sacrestia, inglobati nella nuova chiesa, conservano interessanti affreschi di scuola marchigiana del XIV secolo. All'interno del coro, inoltre, si conservano una finestra trilobata murata e due piccole porte: una di accesso alla sacrestia, l'altra tamponata.

Nessun dato inserito
Caricamento mappa...