×
menuclose
Esperienze
28/9/2021
Partiamo per un viaggio nella bellezza del territorio maceratese, percorrendo il primo anello della triade di Macerata Rebirth.L'itinerario si snoda su strade interamente asfaltate e a bassa percorrenza, ha una lunghezza di 44 km e il modesto dislivello lo rende un sentiero di media difficoltà. Pedalando dai paesaggi della costa adriatica verso l'entroterra collinare, incontrerete meravigliose abbazie e conoscerete le antiche tradizioni paesane, scoprendo l'artigianato locale famoso nel mondo.
12/8/2021
Il terzo anello di Fermo Rebirth è un viaggio di 87 km su asfalto che si sviluppa ai piedi dei Monti Sibillini, inoltrandosi nella natura incontaminata del Parco Nazionale.Prepariamo la bici da strada per questo percorso di elevata difficoltà e andiamo a scoprire i panorami più interni del territorio fermano, circondati da un rilassante silenzio e meravigliandoci di fronte a borghi ricchi di arte e storia.
7/8/2021
Continua la scoperta del territorio fermano con il secondo anello di Fermo Rebirth, lasciamo le colline per addentrarci nelle zone montuose dell’entroterra marchigiano. È un percorso ad alta difficoltà di 75 km con fondo asfaltato, attraversa le montagne e conduce in luoghi inesplorati dove regna il silenzio e il tempo sembra essere fermo.È un viaggio nella natura, nelle tradizioni e nella storia, circondati da un paesaggio mozzafiato con vista dal Mare Adriatico ai Monti Sibillini.
4/8/2021
Il GADA è un tour alla scoperta del comune di Arquata del Tronto e delle sue frazioni, in provincia di Ascoli Piceno.L’anello di 50 km, suddiviso in 4 tappe, ha fondo per lo più sterrato con un piccolo tratto su asfalto.La posizione di Arquata, impervia ma bellissima, è unica e le vale il primato europeo dato che sorge tra due Parchi Nazionali: il Parco Nazionale dei Monti Sibillini a nord e il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga a sud.La natura dei luoghi è rigogliosa, ricca di boschi di querce, abeti e faggi, inoltre l’altitudine permette la crescita spontanea di molte erbe mediche come la genziana, la valeriana e la belladonna. L’aria salubre e fresca e la bellezza dei paesaggi da secoli la rendono una meta perfetta per le vacanze estive; d’inverno diventa una caratteristica realtà montana con località sciistiche, le note Forca di Presta e Forca Canapine.Foto Archivio Arquata PotestCittà dalle origini antichissime, sembra sia stata fondata dai Sabini e il suo nome rivelerebbe la sua antica funzione: il termine Arquata deriva da “arx”, ossia rocca, luogo fortificato.Colpita violentemente dal sisma del 2016, è stata gravemente danneggiata e il centro abitato è chiuso al transito. Nonostante ciò è rimasta intatta la genuinità appenninica di questi luoghi e i paesaggi che da qui si possono ammirare sono di una bellezza mozzafiato.La forza della montagna scorre dentro le vene delle persone che la abitano, infatti in alcuni paesini sono presenti attività come trattorie e negozi di generi alimentari, ristoranti, bar, farmacie e B&B in cui gli avventori vengono accolti con grandi sorrisi.La determinazione si esprime anche attraverso un gruppo di volontari che sta attivamente riportando alla luce ciò che il sisma ha provato a oscurare, l’associazione Arquata Potest. Il loro sito presenta in dettaglio le informazioni sulle possibilità che offre il GADA e racconta la storia di chi non ha mai smesso di credere in questa terra, neanche quando ha tremato.
31/7/2021
Partiamo alla scoperta del territorio fermano con il primo anello di Fermo Rebirth.L’itinerario di 92 km si sviluppa su strade secondarie a bassa percorrenza dal fondo interamente asfaltato e si colloca tra i percorsi a difficoltà moderata.Pedalando dalla costa verso l’interno si attraversano innumerevoli borghi che affondano le radici in tempi antichi, accompagnati dalle dolci linee delle colline marchigiane.
27/7/2021
Facciamo un viaggio nel Piceno percorrendo il terzo dei tre anelli di Ascoli Rebirth. L’itinerario di 57 km è di media difficoltà ed è sviluppato su strade secondarie asfaltate immerse nella natura che si snodano tra tornanti e salite verso i Monti Sibillini.Preparate la bici, andiamo a scoprire il cuore magico delle Marche.
21/7/2021
Facciamo un viaggio nel Piceno percorrendo il secondo dei tre anelli di Ascoli Rebirth, sviluppato per 77 km su strade secondarie asfaltate.L’itinerario ci conduce tra verdi colline su cui sono incastonati splendidi borghi ricchi di tradizioni e storie antiche.Saliamo in sella e andiamo a scoprire i tesori che il territorio ha in serbo per noi.
19/7/2021
Le vacanze nelle Marche hanno il ritmo di una pedalata in sella a una bici.Dal mare alla montagna i percorsi bike di Marche Rebirth sono una promessa di rinascita di un territorio da esplorare lentamente.Cominciamo il viaggio nel Piceno percorrendo il primo dei tre anelli di Ascoli Rebirth.L’itinerario di 84 km è di media difficoltà e si sviluppa su strade secondarie asfaltate che invitano dolcemente a pedalare dalla costa verso l’entroterra e ritorno, attraversando borghi ricchi di arte, cultura e tradizioni.
15/7/2021
Un anello di 101 km che parte dalla città di travertino, Ascoli Piceno, si inoltra nella natura delle montagne circostanti passando per splendidi borghi e ritorna nel centro storico delle cento torri. Il fondo stradale diversificato in asfalto, sterrato e sentiero è percorribile a piedi o in bicicletta anche senza guida, grazie alla segnaletica dettagliata. Il ritmo lento del viaggio ci permette di conoscere la profondità delle tradizioni locali, spesso raccontate dagli abitanti della zona incontrati lungo la strada.È un’immersione nella storia Picena e nel verde dei Monti della Laga e dei Sibillini, organizzata in un percorso diviso in 7 tappe che ci porta da Ascoli Piceno, a Venarotta, ad Acquasanta Terme, poi Comunanza, Roccafluvione e infine Montegallo.La sincera volontà di riabbracciare la natura dopo il lockdown del 2020 e condividere quei territori preziosi ha dato vita al progetto del Grande Anello dei Borghi Ascolani salito sul podio dell’Italian Green Road Award 2021, l'Oscar Italiano del Cicloturismo, aggiudicandosi il terzo posto.Curiosi?Zaino in spalla, si parte!
11/7/2021
Il Cammino Francescano della Marca attraversa 2 regioni, l’Umbria e Le Marche, passa per 17 comuni e ha una lunghezza di 167 km divisi in 8 tappe.Il percorso transita su strade asfaltate a bassa percorrenza, sentieri e sterrati immersi nella natura. E’ un piacevole viaggio da intraprendere a piedi con l’ausilio di guide specializzate o da soli, seguendo la segnaletica dedicata CFM.Snodandosi all’interno di folti boschi, ci invita a guadare fiumi e torrenti, ad ammirare straordinari paesaggi dalle cime di alture montuose e a fermarci per scoprire la fauna selvatica dei 4 parchi naturali che tocchiamo. Il Cammino ci porta anche all’interno di piccoli borghi che conservano tesori architettonici di grande valore storico e artistico, gli stessi che vide Francesco con i suoi compagni di viaggio ormai otto secoli fa.Partiamo alla scoperta dei luoghi profondamente influenzati dal pensiero di un uomo così ribelle che decise di abbandonare le ricchezze e gli agi della vita e intraprendere un viaggio verso la conoscenza di se stesso, del mondo e di Dio.