×
menuclose
29
RNC 3
Difficulty
Complex
Bike
Road
Location
Serra Sant'Abbondio
Arcevia
Fabriano
Genga
Sassoferrato
Distance
135 Km
Track Surface
Asfalto
Minimum Altitude
0 Mt
Maximum Altitude
650 Mt
Altitude Difference
3200 Mt
No data
Downloads
Tra i monti. La musica del vento e dei torrenti, alla ricerca di pace tra storia e sacralità.

Questo itinerario è sicuramente impegnativo per il dislivello in salita, ma altrettanto gratificante per gli scorci panoramici e per il senso di assoluta tranquillità che si prova in molti dei suoi tratti. Le strade sono in gran parte prive di traffico automobilistico, con fondo adatto a bici da strada o gravel. . Percorribile tutto l’anno, ma consigliabile soprattutto in primavera-estate ed in autunno.
Si parte da Arcevia, la “Perla dei Monti”, e da qui si scende a Conce per immettersi sulla SP 14 fino al Bivio Maestà. Si devia a destra e si sale fino ad Avacelli, per proseguire fino a Rocchetta e percorrere la spettacolare Valle Scappuccia. Siamo nel bel mezzo del Parco della Gola della Rossa. Dopo Lago Fossi, si sale a Pierosara. Da San Vittore, con la sua abbazia romanica, si entra nella Gola di Frasassi, tra gli alti dirupi che sono a custodia del tesoro delle Grotte. Dal borgo medioevale di Genga si prosegue per Meleto, Trinquelli e dal valico panoramico fino a Nebbiano. Con una breve deviazione si può arrivare a Fabriano per la visita del Museo della Carta e della Filigrana. Una stretta strada fra i campi ci porta a Sassoferrato, l’antica “Sentinum”, con il suo Parco Archeologico. Si prende quindi per Scheggia, deviando subito a sinistra per Bastia, tra Monte Cucco e Monte Strega. Da Perticano e Pascelupo si giunge ad Isola Fossara e deviando a destra si sale all’Abbazia di Sitria, luogo rilevante per la antica presenza dei templari. Scendendo dal valico verso Serra Sant’Abbondio, con una deviazione a sinistra si può raggiungere il maestoso monastero di Fonte Avellana. In direzione Pergola, si scende fino a Bellisio Solfare. Da qui una salita impegnativa ci porta a Cabernardi, nell’area della Miniera di Zolfo. Si scende e poi si sale di nuovo, proseguendo per alcuni dei più bei castelli di Arcevia, Caudino e Palazzo, poi Montefortino per tornare infine ad Arcevia.
“Si rimanda ai siti web ed alle guide turistiche classiche per il reperimento di informazioni sui siti di interesse storico, culturale e naturalistico che si incontrano lungo l’itinerario”.
Recommended period: January February Marzo April May June July Agoust September October November December
Caschetto, preferibilmente abbigliamento tecnico.
Loading map...
Filter the points of interest
Sleep
Local foods
Near to you
Other nearby tracks
;